Illuminare il tavolo da pranzo

L’illuminazione del tavolo da pranzo è di fondamentale importanza durante la progettazione della propria casa. L’ambiente cucina rappresenta il fulcro della vita domestica, il luogo in cui la famiglia si riunisce condividendo le proprie giornate.

La luce deve creare un’atmosfera accogliente e conviviale ma anche rendere la zona funzionale, permettendo ai suoi abitanti di vedere ciò che si sta degustando.

Per tale motivo si parla, a riguardo, di comfort visivo.

Ma cos’è il comfort visivo?

Esso rappresenta il giusto equilibrio tra il livello di illuminazione, la distribuzione e la direzione delle luci e il cromatismo delle sorgenti. Deve rendere un ambiente o una zona piacevole ma allo stesso tempo non affaticare la vista e garantire ai commensali di gustare al meglio le pietanze.

Come illuminare il tavolo da pranzo

Ci sono 4 elementi da valutare:

  • La posizione del punto luce

Le lampade a sospensione sono quelle maggiormente indicate per illuminare il tavolo da pranzo. Esse dovranno sempre essere posizionate al centro del tavolo. Nel caso contrario si creeranno fastidiose ombre che disturberanno durante il pasto.

  • L’altezza

Il lampadario dovrà rispettare un’altezza tra i 70 e i 90 cm dal piano del tavolo, così da non abbagliare i commensali. Ad ogni modo tale misura può variare, ad esempio a seconda dell’altezza del soffitto. 

  •  Lo stile, la forma e le dimensioni

La lampada dovrà rispettare l’impronta stilistica scelta per l’ambiente. Ideale sarebbe che rispettasse la forma del tavolo e che le sue dimensioni siano proporzionate: il diametro dovrebbe essere di circa 20 o 30 cm inferiore rispetto alla larghezza del tavolo.

Nel caso di un tavolo rettangolare, è buona norma posizionare due o tre punti luce, mentre nel caso di un tavolo rotondo o quadrato, la soluzione migliore è un unico punto luce centrale, che crei con il tavolo una buona armonia.

  •  Il colore e l’intensità 

La luce dovrà valorizzare i colori delle pietanze e per questo spesso si consiglia di mantenere la stessa temperatura del sole, al fine di ottenere colori caldi ed un ambiente confortevole. Per evitare però di alterare i colori reali sarebbe ideale mantenersi tra i 300 e i 700 lux.

WhatsApp