Il bilanciere dal decoro country chic

È arrivato il momento di scegliere un lampadario per il soggiorno, o per la camera da letto, o per la cucina. La fonte di illuminazione di una stanza è un elemento vitale e, nella selezione che si va a compiere, bisogna tenere in considerazione alcuni aspetti: il primo e il più importante è senza dubbio lo stile con cui è arredata la casa e nello specifico la stanza in cui si andrà a posizionare il lampadario; in secondo luogo, va scelta la forma di illuminazione: è meglio un lampadario classico? Oppure un lampadario a sospensione? O ancora, una plafoniera? Una valida scelta è rappresentata dal bilanciere, perché offre un’illuminazione ampia e genera una luce che si diffonde bene all’interno di una stanza. È ideale per ambienti ampi, quindi, e non limita nemmeno l’estro artistico del proprietario: infatti si presta a molti stili diversi, che possono svilupparsi dal rustico al classico, dall’industrial allo shabby. Un’opzione frequente e particolarmente gettonata è quella del bilanciere country chic, che presenta alcune caratteristiche che sono la causa del suo successo.

ferroluce bilancere

I materiali

Se si desidera combinare nella propria casa l’eleganza con l’essenzialità, lo stile country chic è perfetto: questo stile si contraddistingue infatti per le sue linee semplici ma raffinate e per l’uso di materiali dalla texture liscia e sofisticata. Le linee essenziali, tuttavia, non impediscono di giocare con i materiali, con i colori e con le decorazioni applicate o disegnate sulla superficie, in modo tale da poter facilmente personalizzare e adeguare al proprio stile il bilanciere. Il materiale più utilizzato è la ceramica, che permette di realizzare bilancieri con lavorazioni a intreccio, con pieghe o increspature della superficie, grazie alla manodopera sapiente degli artigiani. Sempre a proposito dei materiali, visto che la ceramica è largamente impiegata ed è difficile sostituirla, anche per una questione di coerenza con lo stile, è possibile invece modificare i metalli delle strutture su cui si sorreggono i singoli lumi. Il materiale più utilizzato è il rame, perché con il suo colore accentua lo stile country, ma si può variare anche con tonalità differenti di brunito o di cromo. Le decorazioni possono essere dei generi più vari, anche se, come per lo stile country in generale, le più utilizzate rappresentano fiori e piante, o altri elementi decorativi naturalistici.

ferroluce bilanciere ceramica

Perché questo stile

Si trova, infatti, a metà tra uno stile rustico e uno classico, che si combinano formando un fragile ma delizioso equilibrio: se la casa rispecchia i toni del rustico ma si desidera offrirle un tocco di eleganza, sforare nell’illuminazione country chic  è l’opzione migliore. Se, al contrario, si vuole optare per una soluzione non troppo raffinata perché la casa tende già fin troppo da sé verso lo stile classico, sarà ugualmente adatto, perché permetterà di smorzare i toni. Inoltre, uno stile come questo è in grado di cambiare l’immagine della stanza, offrendole un tono casalingo ma allo stesso tempo ricercato: si tratta di uno stile che nasce infatti come ibrido e per questo, nonostante sia ormai molto diffuso e noto, riesce sempre a stupire. La forma del bilanciere in particolare, soprattutto per quanto riguarda i lampadari a tre luci, permette di rendere i diffusori i veri protagonisti: non passano infatti inosservati, senza tuttavia occupare troppo spazio grazie alla loro disposizione orizzontale.