Quando il vintage incontra la modernità

L’illuminazione è un elemento cruciale della stanza e spesso è difficile decidersi su quale stile scegliere. Infatti, le possibilità sono molteplici, e lo stile con cui è arredata la casa non sempre è determinante anche per l’illuminazione, anzi si può giocare di contrasti. Tuttavia, bisogna saperlo fare, mescolando tra loro gli elementi appartenenti a stili diversi per raggiungere un risultato equilibrato. Per esempio, l’abbinamento di uno stile classico con uno stile moderno, o di uno stile shabby con quello chic, già collaudato, anzi, ormai un classico. Un’accoppiata innovativa ed efficace per combinare più gusti diversi di un solo proprietario è il vintage affiancato alla modernità, che si può sviluppare in diversi modi: le forme tipiche dello stile moderno con i colori e le lavorazioni per cui è famoso il vintage; oppure viceversa; o ancora, con forme e tinte che ricordino sia l’uno che l’altro stile. La cosa più importante è mantenere l’equilibrio del tutto, senza sbilanciarsi e senza combinare accoppiamenti maldestri.

sospensione

Elementi vintage dalla forma moderna

Una delle possibilità appena viste è quella di fondere insieme elementi classici dello stile vintage (materiali e/o colori, a vostro piacimento), ma lavorati in modo tale da assumere forme tipicamente appartenenti allo stile moderno. Per poter scegliere correttamente una lampada che incroci questi due stili, senza cadere nel cattivo gusto, bisogna innanzitutto individuare quali, tra i materiali più noti dello stile vintage desideriamo che compaiano nella lampada dalla forma moderna. Uno dei più famosi e dei più impiegati in assoluto è la ceramica, che viene lavorata in molti modi ed è per questo molto versatile anche per essere convertita in una lampada dallo stile moderno. Una valida alternativa è costituita dai metalli verniciati in modo tale da sembrare più vecchi, per ricreare i colori dell’ottone, del ferro battuto, del piombo, del rame. Nel caso in cui si voglia mettere ancor di più in evidenza lo stile vintage della lampada, sempre prediligendo le forme per sottolineare, invece, quello moderno, si può optare per un mix di materiali, impiegando sia la ceramica che il metallo: in questo modo si creerà una lampada in perfetto equilibrio tra vintage e moderno.

lampade sospensione

Solo un tocco vintage

Se invece l’obiettivo è inserire la lampada in un contesto moderno, ma cogliere l’occasione per offrire un lato vintage alla casa, è consigliabile scegliere un prodotto realizzato con l’intento di riprodurre uno stile moderno con un accenno, una strizzata d’occhio, allo stile vintage. Per trovare una lampada come quella descritta, bisogna partire proprio dalle categorie di lampade più diffuse nell’ambito dello stile moderno e scegliere, tra quelle, quali più rispecchiano un aspetto tipico dello stile vintage. Si può trattare di una qualunque caratteristica della lampada, che sia il colore, la forma, qualche dettaglio inserito. Per esempio, le sfere, le bolle e le superfici lucide e rotondeggianti erano molto comuni in particolare negli anni Sessanta e ci sono molte lampade che oggi riprendono questa tendenza, come le plafoniere moderne con le bolle. Lo stesso effetto si può ottenere impiegando lampade con forme in vetro che riproducano l’aspetto lucido e morbido delle lampade vintage. In alternativa, è sufficiente rifarsi a strutture (plafoniere o anche solo diffusori) realizzati con materiali e colori vintage ma forme moderne o lavorazioni innovative, come le lampade a sospensione in ceramica