L’illuminazione dei tuoi ambienti: i dettagli contano

State rinnovando casa e la ricerca delle luci perfette vi sta facendo impazzire? Prendete un bel respiro e sedetevi allora, perché quella che avete scelto non è un’impresa affatto semplice. D’altra parte se fosse una faccenda che si risolve in quattro e quattr’otto non ci sarebbe una professione costruita sul soddisfare quest’esigenza. Quindi prima di tutto complimenti per esservi imbarcati in quest’impresa che sarà difficile, ma vi darà tante soddisfazioni una volta conclusa. Siete pronti a trovare la perfetta illuminazione per ambienti?

bonetti illumina

Qualche regola e qualche calcolo per illuminare la casa

Prima di dedicarsi alla scelta della lampada ideale bisogna parlare di colore e quantità della luce. Esistono luci calde e luci fredde, di calore compreso rispettivamente tra 2700 K -3500 k e oltre i 4000 K. Evitate di usare luci intorno ai 5000 K perché daranno alla casa l’aspetto di un ospedale o di un ufficio. Le luci fredde sono adatte a zone di lavoro, in cui serve concentrazione e vedere bene ciò che si sta facendo come una cucina, uno studio adibito ad ufficio e anche il bagno (truccarsi con la luce sbagliata non è una buona idea assicura ogni make-up artist). Per le zone di relax preferiamo luci calde: mettiamole quindi in salotto, in camera da letto, nello studio e nei corridoi. Se temete che queste differenze di illuminazione possano risultare fastidiose, preferite luci calde in tutti gli ambienti e utilizzate lampade da tavolo o faretti dove vi serve vedere bene.

Ora è arrivato il momento di rispolverare qualche regola di geometria perché per avere la giusta quantità di illuminazione questa va calcolate in base al volume della stanza. La quantità di luce viene calcolata in lux (lumen per metro quadro) e dal punto di vista legale è consigliato di rispettare questi valori per metro quadro: zone di passaggio 50-150 lux, zona lettura/soggiorno 200 – 500 lux, cucina 200 – 500 lux, bagno 100 – 150 lux (la zona specchio necessiterà di 400 lux) e camere 50- 150 lux.

Sapendo questo ora ci si può dedicare alla ricerca delle lampade per interni.

fanale sospensione

Dettagli che fanno la differenza

Una volta stabilito il colore e la quantità di luce che si vuole utilizzare ci si può sbizzarrire nella scelta delle lampade per la casa. L’istinto è quello di scegliere quelle in linea con lo stile della stanza, ma finirebbero per scomparire. Perché non osare e giocare con i contrasti allora? Mettiamo una lampada di stile moderno come Bon Ton piantana 3 luci in uno studio classico o in un soggiorno; in nero, rosa antico e azzurro si adatterà ai colori scelti per la vostra stanza. Spostandoci in sala da pranzo o nell’open space in cui si trovano soggiorno e cucina si possono inserire lampade in vetro come quelle della linea Alchimia, di svariate forme da poter combinare per un effetto d’impatto.

Se la vostra casa è arredata in stile moderno invece inserite lampade shabby chic: smorzeranno l’asetticità e il minimalismo che contraddistinguono questo stile, dando un tocco romantico e accogliente senza appesantire l’ambiente. Piantana 6 luci – Sweet Flower è un elemento d’effetto sia in camera da letto che in soggiorno, ma se preferite qualcosa di più rustico con l’applique Barchessa – applique 1 luce non potete sbagliare: adatta a soggiorno, corridoi e camera da letto, anche all’esterno da un tocco rustico e romantico che vi farà sentire subito a casa.