pinterest-site-verification=18eae1874aaa1371ee537def7761f3f2

Illumina la specchiera del bagno con semplicità ed eleganza

La specchiera è senza dubbio un elemento d’arredo indispensabile in ogni bagno. Senza lo specchio, posto quasi sempre sopra al lavandino, sarebbe infatti estremamente difficile svolgere attività pressoché quotidiane come truccarsi, farsi la barba, sistemare i propri capelli o eseguire i vari passaggi per una skin care perfetta.

La zona dello specchio e del lavandino non può quindi ricevere luce dalla sola fonte di illuminazione centrale, come può essere un lampadario a sospensione o una plafoniere, ma necessita di una luce diretta che può essere fornita da un applique o da dei faretti.

Per scegliere la giusta luce per la specchiera del proprio bagno è inoltre necessario tenere in considerazione due aspetti fondamentali: quello estetico e quello funzionale.

Applique e faretti costituiscono infatti dei veri e propri oggetti d’arredo e in quanto tali devono essere selezionati sulla base dello stile con cui è stato arredato il bagno. Il criterio estetico consigli quindi di usare  applique moderne e applique di design in bagni caratterizzati da uno stile moderno e contemporaneo; le applique rustiche e le applique vintage, invece, sono perfette per illuminare un bagno arredato in stile classico o vintage.

applique lucilla giovane

Quale tipologia di luce scegliere

Come abbiamo detto, la scelta dell’illuminazione della specchiera del bagno non può basarsi solo sull’estetica, ma deve tenere conto anche dell’aspetto funzionale. Il bagno è un ambiente tendenzialmente umido e per questo motivo le lampadine LED rappresentano la tecnologia luminosa ideale: non solo resistono maggiormente all’umidità rispetto alle classiche lampadine alogene, ma garantiscono anche un consistente risparmio energetico.

Inoltre, a seconda delle attività che sono svolte davanti allo specchio dal bagno è necessario selezionare la giusta tonalità della luce, ovvero la temperatura delle lampadine. In generale, è preferibile una temperatura che si aggira intorno ai 3000 – 4000 gradi Kelvin in quanto consente di illuminare lo specchio senza deformare i colori, le ombre e la morfologia del volto, garantendo una luce molto vicina a quella neutrale. L’importante è non mescolare luci calde e luci fredde all’interno della stessa stanza e selezionare di conseguenza la medesima tonalità sia per la luce centrale, sia per la luce della specchiera.

applique bagno

Come progettare l’illuminazione della specchiera?

Una volta selezionato lo stile dell’applique o del faretto e la tonalità della luce, si deve decidere dove collocare la fonte di luce, in modo tale da illuminare al meglio lo specchio. Se la specchiera risulta molto ampia in orizzontale, è consigliabile collocare ai lati dello specchio due faretti orientabili o due applique poste in verticale. In questo secondo caso, è necessario che il diffusore dell’applique risulti opaco e anti-abbaglio.

Un’altra soluzione, adatta soprattutto a bagni arredati in stile contemporaneo, è quella dello specchio retroilluminato grazie a delle strisce di LED. Questa soluzione è attuabile solo se la specchiera è priva di cornice e presenta una profondità di almeno 2 cm.

La soluzione maggiormente preferita dagli italiani resta però quella di collocare una singola applique al di sopra della specchiera. Ad esempio, l’applique LED Dao di Lucilla Giovane si sviluppa in orizzontale e presenta un fascio di luce direzionato verso il basso che consente di illuminare interamente non solo l’intera superficie dello specchio, ma anche la zona del lavandino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *